Paziente irrequieto perché non lo curano

Il paziente irrequieto perché non lo curano viene assolto dal reato di molestie  

Cassazione penale, sezione I, sentenza 26 giugno 2017, n. 31467

 Il tribunale aveva condannato un uomo per il reato di molestie ai danni del personale medico e paramedico del reparto ospedaliero. l’umo si era recato per essere visitato, essendosi a questi rivolto con tono adirato e pretendendo insistentemente di essere curato.

La Corte di Cassazione ha ritenuto che i comportamenti molesti erano stati determinati dal convincimento del reo di essere stato vittima dell’ingiusto comportamento del medico che lo aveva visitato, il quale aveva interrotto la visita quando si sentì dire dal paziente che non poteva rifiutarsi di visitarlo se fosse ritornato con regolare richiesta di visita da parte del medico curante e previo appuntamento. Nel caso concreto non vi sarebbe stata consapevolezza di molestare e disturbare senza una valida ragione, sicché il comportamento da esso tenuto non era, in buona sostanza, caratterizzato dalla consapevolezza di fare dispetto.

By |2019-01-04T18:17:30+01:0026 Luglio, 2017|Cassazione, Reato|0 Comments