L’ex moglie pigra non ha diritto all’assegno divorzile.

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 24324/2015, ha disposto che l’ex moglie che si trovi nel pieno delle capacità lavorative ed inoltre vanti un reddito proveniente da un canone di locazione di un immobile di proprietà,  non ha diritto a ricevere un assegno divorzile dall’ex marito.

A detta della Suprema Corte, infatti, l’accertamento del diritto all’assegno divorzile va effettuato verificando che l’inadeguatezza dei mezzi del coniuge richiedente sia imputabile ad oggettive difficoltà di reperimento di un lavoro.

By |2019-01-04T18:17:33+00:00Luglio 2nd, 2015|Senza categoria|0 Comments

Leave A Comment