La Cassazione ha sancito che il datore di lavoro non ha un obbligo di vigilanza assoluta rispetto al lavoratore, come in passato, ma una volta che abbia fornito tutti i mezzi idonei alla prevenzione ed abbia adempiuto a tutte le obbligazioni proprie della sua posizione di garanzia, non risponderà dell’evento derivante da una condotta imprevedibilmente colposa del lavoratore.